Romantici e patrioti, solo il calcio ci rende così

Roberto Mancini di TONIO ATTINO “Non avrei mai lasciato la mia squadra”. Era settembre del 2015. Guy Allamano stava seduto sul divano della sua casa di Esch-sur-Alzette, Lussemburgo del sud, e ricordava quanto fosse stata fortunata la sua vita di metalmeccanico e di calciatore vissuta nella terra delle miniere e degli emigranti. Passare ogni giorno …

Leggi tutto Romantici e patrioti, solo il calcio ci rende così